La salute ed il lavoro

Come la crisi e la precarietà hanno modificato questo rapporto
Convegno
Giovedì 29 novembre 2018 Ore 9
Polo del '900, Sala '900


Il SSN («periferia abbandonata e dimenticata») è ancora in vita, pur molto indebolito da potenti spinte verso la riduzione delle coperture prestazionali, e il ritorno a sistemi mutualistici su base occupazionale “pre-833” (sotto l'ombrello del cosiddetto “welfare aziendale”). Nella progressiva riduzione del welfare, i problemi economici vengono sempre più spesso utilizzati per giustificare il ridimensionamento “complessivo” della sanità pubblica e per tendere verso la sanità integrativa (de-finanziando le prestazioni pubbliche che vengono “compensate” con le mutue assicurazioni e con il terzo settore), e verso l’espansione di forme di assicurazione sanitaria su base del tutto privatistica.
Oggi le necessità di salute della collettività e dei singoli si sono fatte sempre più complicate e dovrebbero implicare approcci molto più articolati, non solo di tipo “difensivo” ma anche di tipo attivo: di promozione della salute individuale, collettiva, ambientale, nei luoghi di via e di lavoro; approcci che attraversino tutte le attività degli esseri umani anche modificandone i rapporti con ciò che li circonda.
[Claudio Calabresi, SNOP, aprile 2018]

Programma del convegno
Coordina Andrea Dotti

Relazioni:
Giovanni Ferrero: Uno sguardo su un percorso
Angelo D’Errico: Il ruolo dell’occupazione e delle condizioni di lavoro nella genesi delle disuguaglianze di salute
Roberto Di Monaco: La salute disuguale alla prova della crisi: fattori di vulnerabilità, resilienza e capacitazione
Fabrizio Ferraris: Lavoro, precarietà: il ruolo degli S.Pre.S.A.L. nella tutela della salute dei lavoratori
Claudio Calabresi: Cambia il lavoro: cambiano anche i rischi e i danni alla salute?
Fulvio Perini: Salute, occupazione e tempi del lavoro

Dibattito. Coordina Giovanni Ferrero

Partecipano:
Benedetto Terracini
Beppe Baffert
Elena Ferro (CGIL/CISL/UIL)
Roberto Rinaldi (U.I. Torino)
Carlo Torretta (C.N.A. Torino)

Conclusione e saluti: Nerina Dirindin

Relatori e discussant
Beppe Baffert - Testimone del tempo
Claudio Calabresi - Ufficio di Presidenza Società Nazionale degli Operatori della Prevenzione
Angelo D’Errico - Epidemiologo presso il Servizio Sovrazonale di Epidemiologia della Regione Piemonte
Nerina Diridin - Professore presso l’Università di Torino, Presidente del CIPES
Roberto Di Monaco - Dipartimento di Culture, Politica e Società - Università di Torino
Andrea Dotti - medico INCA, già direttore SPreSAL
Fabrizio Ferraris - direttore SPreSAL ASL Biella
Giovanni Ferrero - Presidente ISMEL - Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro
Elena Ferro - CGIL/CISL/UIL
Fulvio Perini - già Segretario regionale della CGIL Piemonte
Roberto Rinaldi - Responsabile Mercato del Lavoro – Unione Industriale Torino
Benedetto Terracini - già professore di Epidemiologia dei Tumori, Università di Torino
Carlo Torretta - Consulente Salute e Sicurezza CNA Torino


Il convegno è organizzato da CIPES - Centro d'Iniziativa per la Promozione della Salute e l'Educazione Sanitaria, con il patrocinio della Consiglio Regionale e della Regione Piemonte e la partecipazione di ISMEL e del Polo del '900.

. Questo sito utilizza cookie esclusivamente tecnici per permettere una corretta navigazione e la completa fruizione di tutti i contenuti da parte dell utente. Non utilizziamo in alcun modo cookie di profilazione. cookie policy.