I figli minori del '68: dalla rivoluzione alla comunicazione

Continua il ciclo Lavorare... ad Arte 
Dialogo tra Alessandra Comazzi, Giorgio Scianca e Fortunato D'Amico

Giovedì 22 novembre 2018 Ore 17.30
Polo del ‘900, Sala Voltoni



Per festeggiare il primo anno di attività del ciclo di conversazioni attorno al tema del lavoro nel contesto artistico-culturale, e in occasione del cinquantenario del 1968, riprendiamo il ciclo di iniziative in collaborazione con il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Lavorare... ad Arte con alcuni appuntamenti ad hoc curati e introdotti da Fortunato D'Amico, curatore indipendente laureato in architettura.

In questo ultimo incontro, dal titolo "I figli minori del '68: dalla rivoluzione alla comunicazione", Fortunato D'Amico dialoga con Alessandra Comazzi, critico televisivo de “La Stampa”, e Giorgio Scianca, studioso di cinema.

Attraverso film e programmi TV verranno ripercorsi quegli anni cruciali di cambiamenti, ma anche di contraddizioni, che avrebbero inciso profondamente di lì a poco sulla vita professionale di una giornalista e di un architetto. I fratelli maggiori contribuivano a mutare per loro l’essenza stessa delle professioni. Dietro il ’68 avanzava la società dello spettacolo e della comunicazione.

. Questo sito utilizza cookie esclusivamente tecnici per permettere una corretta navigazione e la completa fruizione di tutti i contenuti da parte dell utente. Non utilizziamo in alcun modo cookie di profilazione. cookie policy.