Giovani, arti e professioni creative

Accessibilità, trasformazione delle professioni, sostenibilità e nuove forme di creatività

18 ottobre 2018 – h.15-19,30
Polo del ‘900, via del Carmine 14, Torino

La precarietà dei percorsi professionalizzanti in ambito artistico e musicale, l’instabilità del lavoro e le difficoltà nella realizzazione professionale delle nuove generazioni saranno oggetto di confronto delle conversazioni su “Giovani, arti e professioni creative” in programma giovedì 18 ottobre (h.15-19,30) al Polo del ‘900 di via del Carmine 14 a Torino.

In occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale ci si interrogherà sia sulla formazione alle professioni delle arti performative e digitali sia sulla sostenibilità dei mediatori artistici che rendono sempre più accessibile la cultura.
La complessità che emerge nell'esplorazione delle figure professionali e delle situazioni di precariato che caratterizzano il settore artistico e dello spettacolo è la chiave di lettura per comprendere gli ambiti entro cui si muovono gli artisti, tra libertà creativa e difficoltà lavorative che spesso la limitano.

Nel corso delle conversazioni, curate dalle Associazioni Merkurio – progetti musicali e Filieradarte nell’ambito del progetto La Città Nuova, verranno presentati i risultati di una ricerca svolta nel contesto torinese da Sonia Bertolini e Andrea Maggiora, anche in forma di reading musicale con una prima esecuzione di un testo scritto per l’occasione da Paolo Cascio per due attrici (Silvia Genta e Antonella Delli Gatti) e il musicista Angelo Adamo.

L'instabilità occupazionale, conseguenza di politiche culturali non sintonizzate e assenza di percorsi di formazione specifica, viene sentita dagli artisti intervistati in modi diversi, al confine tra opportunità e limite. In situazione di contrazione delle risorse finanziarie destinate al settore culturale, i giovani artisti si trovano a dover trovare fondi per realizzare i loro progetti artistici. La creatività si esprime attivamente sia nella direzione artistica sia investendo la propria creatività innovando le modalità attraverso le quali si realizzano i progetti. L’intervento sul tema narrerà alcuni casi di successo e di insuccesso di nuove progettualità e di carriere dei giovani artisti, alla presenza del Direttore del Conservatorio G. Verdi di Torino Marco Zuccarini.

Oltre all’ambito musicale, converseranno sulle nuove professioni della danza contemporanea e di comunità il Prof. Alessandro Pontremoli e Doriana Crema, coreografa e counselor, mentre il Prof. Antonio Pizzo approfondirà con Stefano Trinchero le occasioni professionali nate dalla digitalizzazione del patrimonio culturale. Fra le professioni creative più innovative emerge l’esperienza di co-working di Toolbox della quale parlerà il project manager Aurelio Balestra in conversazione con Ewa Gleisner, manager culturale. Infine, concluderà il pomeriggio Giovanna Paladino la direttrice del Museo del Risparmio in dialogo con gli artisti presenti sui possibili obiettivi di pianificazione e risparmio nelle carriere artistiche.

Saranno presenti i relatori: Sonia Bertolini e Valentina Moiso (sociologhe del lavoro, Dipartimento di Culture, Politica e Società, Università degli Studi di Torino); Alessandro Pontremoli (storico della danza, Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi di Torino); Doriana Crema (coreografa); Sandro Carnino (regista e documentarista); Aurelio Balestra (project manager di Toolbox, Torino), Ewa Gleisner (manager culturale); Marco Zuccarini (Direttore del Conservatorio G. Verdi di Torino); Antonio Pizzo (Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi di Torino), Stefano Trinchero (information achitect, product manager piattaforma Archiui, Promemoria Group); Giovanna Paladino (Direttore Museo del Risparmio).

Parte integrante del programma è l’allestimento della mostra fotografica You(th) Vision: Becoming Adult Today (progetto Except - Social Exclusion of Youth in Europe) visitabile a ingresso libero fino a venerdì 19 ottobre (9-21) nella biblioteca del Polo del ‘900. La mostra raccoglie le foto più rappresentative sul tema del lavoro e del distacco dalla famiglia in Europa e in Italia, realizzate attraverso il concorso fotografico internazionale You(th) Vision, rivolto ai ragazzi tra i 18 e i 29 anni sul tema "Adulti non si nasce, si diventa".

Programma - Giovedì 18 ottobre 2018

Ore 15– 19,30 Convegno Giovani, arti e professioni creative

Conversazioni sul tema dell'instabilità e della trasformazione dei percorsi professionali nel campo delle arti performative e digitali, in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale che ci interroga sulla sostenibilità dei mediatori artistici che rendono accessibile la cultura.
ore 15.00 Presentazione delle conversazioni e saluti istituzionali.
ore 15,30 Giovani senza futuro? Insicurezza lavorativa e autonomia nell’Italia di oggi.
Sonia Bertolini e Valentina Moiso (Dipartimento di Culture, Politica e Società, Università degli Studi di Torino).
ore 16.15 Nuovi coreografi nuovi danzatori.
Alessandro Pontremoli (Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi di Torino)
Doriana Crema (Coreografa). Estratti dal documentario “Solitudo” di Sandro Carnino.
ore 16.45 Nuovi modelli organizzativi per le professioni del futuro.
Aurelio Balestra (Project Manager di Toolbox, Torino), Ewa Gleisner (Manager culturale).
Question time.
ore 17.30 Coffee break e visita alla mostra fotografica You(th) Vision: Becoming Adult Today.
ore 18.15 Le figure professionali in ambito musicale.
Presentazione Sonia Bertolini (Dipartimento di Culture, Politica e Società, Università degli Studi di Torino), Marco Zuccarini (Direttore del Conservatorio G. Verdi di Torino).
ore 19.00 Oggetti immateriali: lavoro, cultura e conservazione delle arti negli archivi digitali.
Antonio Pizzo (Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi di Torino), Stefano Trinchero (Information achitect, Product manager piattaforma Archiui, Promemoria Group).
ore 19.30 Pianificazione e risparmio: obiettivi possibili nelle carriere artistiche?
Giovanna Paladino (Direttore Museo del Risparmio) / dialogo con artisti.
Interventi musicali di Angelo Adamo | Interventi teatrali di Antonella Delli Gatti e Silvia Genta | Testi di Paolo Cascio | Coordinamento scientifico e performativo: Andrea Maggiora, Rita M. Fabris
Informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | www.lapiattaforma.eu / FB: La Piattaforma. Nuovi corpi, nuovi sguardi (La Città Nuova)

La Città Nuova – Giovani, lavoro e comunità in cammino è un progetto multidisciplinare, attento alle trasformazioni della città e del tessuto sociale, nel quale convergono attività di danza contemporanea e di comunità, performance musicali, convegni e seminari sul tema dell’innovazione culturale e delle nuove professioni. Ideato dalle Associazioni Didee, Filieradarte e Merkurio con l’intento di promuovere la partecipazione attiva di differenti generazioni di cittadini e la creazione di legami solidali in grado di rigenerare spazi urbani attraverso nuove forme artistiche e relazionali, il progetto risponde alle linee guida del bando Polo del '900 della Compagnia di San Paolo nel quale si colloca e coinvolge l’Istituto di studi storici Gaetano Salvemini, l’ISMEL (Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro, dell’Impresa e dei Diritti Sociali) e l’Associazione Almaterra (Centro interculturale delle donne Alma Mater).
Il convegno è realizzato in collaborazione con: Dipartimento di Culture, Politica e Società e Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Torino.

L'evento si svolge nell’ambito di “Torino verso una città accessibile”, programma di eventi promosso dalla Città di Torino dedicato al tema del patrimonio e dell’accessibilità culturale universale.

Il progetto è realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo, nell’ambito del “Bando Polo del ‘900”, destinato ad azioni che promuovono il dialogo tra ‘900 e contemporaneità usando la partecipazione culturale come leva di innovazione civica” #CSP_Innovazionecivica – visita il sito: cic.compagniadisanpaolo.it

. Questo sito utilizza cookie esclusivamente tecnici per permettere una corretta navigazione e la completa fruizione di tutti i contenuti da parte dell utente. Non utilizziamo in alcun modo cookie di profilazione. cookie policy.