Infanzia rubata

Un secolo di lavoro minorine da Lewis H. Hine ai giorni nostri

Mostra fotografica | 17 novembre - 15 dicembre 2017 | Polo del '900 | lunedì-domenica ore 10-19

L' ISMEL in collaborazione con la Fondazione Alberto Colonnetti, promuove la mostra INFANZIA RUBATA. UN SECOLO DI LAVORO MINORILE DA LEWIS W. HINE AI GIORNI NOSTRI presso il Polo del '900 – Sala ‘900 (Via del Carmine 14, Torino). La presentazione al pubblico e alla stampa è prevista per il 16 novembre alle h.11 presso il Polo del '900.

La mostra

L’Ismel propone una mostra - ideata, curata e realizzata da Raffaella Bellucci Sessa, Giovanni Bonotto, Marta Cena, Carmen Di Vuolo e Rodolfo Suppo per la Fondazione Alberto Colonnetti - volta a rappresentare il fenomeno del lavoro minorile attraverso una serie di fotografie scattate dal fotografo americano Lewis W. Hine a New York che documentano il lavoro dei bambini nelle miniere, nelle filature di cotone e nei laboratori clandestini nell'America dei primi decenni del Novecento. Gli scatti di Hine, fotografo dallo sguardo meticoloso, discreto e attento, hanno sensibilizzato l'opinione pubblica americana e supportato l'impegno del National Child Labor Committee per l'abolizione del lavoro minorile.

Le fotografie storiche di Hine, selezionate da Rodolfo Suppo, sono poste in dialogo con immagini contemporanee scattate da diversi fotografi tra cui Andreja Restek, Laura Salvinelli e Stefano Dal Pozzolo; a corredo, una serie di fotografie documentanti missioni umanitarie in tutto il mondo (Pakistan, Burkina Faso, Guatemala, Nepal) condotte, tra gli altri, da FOCSIV e ISCOS.
La mostra si propone di far conoscere uno dei più grandi esponenti della storia della fotografia, riportando al centro dell’attenzione il tema del lavoro e della tutela dei diritti dell'infanzia.
Il percorso espositivo illustrerà la dimensione del fenomeno attuale, per certi versi sommerso e sconosciuto al largo pubblico, con alcuni focus testuali posti a commento delle fotografie e con il video A Future without Child Labour realizzato dall'Organizzazione Internazionale del Lavoro. 

La mostra sarà affiancata da un programma di eventi collaterali utili a ampliare lo sguardo e stimolare il confronto arricchendo la conoscenza delle problematiche legate alla necessità di tutela dei diritti e delle condizioni minorili, nella realtà contemporanea italiana e mondiale.

Sono previste visite guidate gratuite alla mostra rivolte alle scuole e curate dalla Fondazione Alberto Colonnetti; info e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Ingresso gratuito

Infanzia negata

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto integrato Infanzia negata, promosso dal Polo del ‘900 in occasione della Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia (20 novembre), volto a mettere in luce i diversi volti di un fenomeno diffuso su scala mondiale quale è lo sfruttamento minorile e la mancanza di tutela dei diritti dei minori.

La presentazione al pubblico e alla stampa

16 novembre, ore 11.00 
Presentazione al pubblico e alla stampa della mostra fotografica Infanzia rubata. Un secolo di lavoro minorile da Lewis W. Hine ai giorni nostri. Intervengono: Mauro Laus (Presidente del Consiglio Regionale), Giovanni Ferrero (Presidente ISMEL), Alessandro Bollo (Direttore Polo del ‘900), Raffaella Bellucci Sessa e Rodolfo Suppo (Fondazione Alberto Colonnetti), Andreja Restek (fotogiornalista), Pier Massimo Pozzi (Segretario regionale CGIL), Carlo Napoli (Segretario Regionale Confartigianato), Enrico Nada (Attività sociali Nova Coop).

Raccontare per immagini. Il workshop

16 novembre dalle ore 17 alle 19 il fotografo Carlos Spottorno conduce un workshop per trenta studenti dai 18 ai 30 anni, cui chiederà di scrivere una storia breve su alcune immagini da lui scattate per il volume “La crepa” pubblicato da add editore, che raccontano tre anni di viaggio sulle frontiere di Marocco, Turchia, Lampedusa, Ungheria, Ucraina, Finlandia. Il workshop è promosso da Ismel in collaborazione con add editore; la partecipazione è gratuita, con prenotazione obbligatoria all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La rassegna cinematografica

Accanto alla fotografia, anche la rassegna cinematografica “Infanzia rubata” a cura di Mariella Lazzarin che propone quattro proiezioni a ingresso libero che si terranno presso Palazzo San Celso.
23 novembre, ore 18: La mia classe di Daniele Gaglianone, 2013, 95’;
30 novembre, ore 18: A Ciambra di Jonas Carpignano, 2017, 118'- prodotto da Martin Scorsese;
7 dicembre, ore 18: Rosetta di Jean-Pierre e Luc Dardenne, 1999, 95’;
14 dicembre, ore 18: Iqbal. Bambini senza paura di Michel Fuzellier, Babak Payami, 2015, 90'.
Le proiezioni - tutte a ingresso libero - si terranno alle ore 18 a Palazzo San Celso, Sala Conferenze (2° piano) corso Valdocco 4/a

Il mondo salvato dai ragazzini. La tavola rotonda

4 dicembre, ore 18.00
Intervengono alla Tavola Rotonda:
Enrico Cairola (Senior Specialist in Workers’ Activities ILO - International Labour Organization), Anna Maria Baldelli (Procuratore capo Tribunale dei Minori, Torino), Giuseppe Iuliano (responsabile politiche internazionali CISL), Filippo Provenzano (Segretario nazionale CNA).
Introduce e modera Giovanni Cortese (Segretario generale UIL Piemonte).
Scarica il comunicato stampaScarica il comunicato stampa
Guarda la locandina

. Questo sito utilizza cookie esclusivamente tecnici per permettere una corretta navigazione e la completa fruizione di tutti i contenuti da parte dell utente. Non utilizziamo in alcun modo cookie di profilazione. cookie policy.