.

Partecipa al

 

Polo-del-900







L'Istituto Stampa E-mail

 

Il progetto dell’ISMEL

L’idea dalla quale si era partiti quasi vent’anni fa era quella di costruire a Torino una “Casa degli Archivi” che raccogliesse  la storia del lavoro e dell’impresa, dai primi dell’Ottocento in poi. Nel tempo il progetto ha assunto una nuova fisionomia. Dalla prima idea di un  soggetto archivistico si è passati a una prospettiva più ampia, quella di un soggetto che fosse in grado di operare nell’ambito della conservazione, ma anche e soprattutto della valorizzazione della memoria dell’impresa e del lavoro e che fosse in grado di fornire a una vasta gamma di soggetti servizi di consulenza e di progettazione.

La struttura che si intende configurare è quindi particolarmente complessa. Avrà il suo cuore nell’associazione della Fondazione Gramsci, dell’Istituto Salvemini e della Fondazione Nocentini (i tre soggetti che attualmente sono deputati alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio storico del movimento operaio a Torino, almeno per quanto concerne i tre maggiori sindacati). A questi protagonisti “interni” - nel senso che si trasferiranno fisicamente nella nuova sede di Palazzo San Daniele -  si aggiungono numerosi soggetti che, pur di natura istituzionale diversa e operando in contesti differenti, si occupano  dei medesimi temi e partecipano a pieno titolo all’ISMEL:  Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino, CGIL-CISL-UIL, Unione Industriale di Torino, Camera di Commercio , Archivio Storico Fiat.

 

La mission

La mission che il nascente istituto ha scelto per sé è quella di conservare, valorizzare, attualizzare e rendere produttivo l’immenso capitale storico che l’evoluzione industriale ha prodotto a Torino e in Piemonte.

 

I Servizi

Non  si tratterà quindi di raccogliere solo carte, ma anche oggetti e beni di natura museale, rendendoli fruibili e visibili. Nell’ISMEL vi sarà, oltre a una importante struttura archivistica, anche una biblioteca specializzata in grado di fornire servizi a studiosi di varia natura. Vi sarà una sala espositiva in grado di divulgare e rendere visibile il materiale raccolto e conservato; troveranno spazio i tre istituti “residenti” vero cuore operativo dell’ISMEL e ovviamente l’ISMEL stesso, soggetto autonomo ma integrato con le tre organizzazioni “interne”. I patrimoni archivistici e biblioteconomici iniziali sono infatti dati dal confluire dei singoli archivi e biblioteche (che pur rimanendo di proprietà dei vari istituti, verranno gestiti dall’ISMEL come fossero un’unica entità). In seguito verranno accolti direttamente dall’ISMEL  i fondi provenienti da altri soggetti che intenderanno conferirli.

 

Pubblicità e target

La definizione dei target ai quali dovrà rivolgersi l’ISMEL è piuttosto complessa, poiché implica una gamma diversificata di servizi da offrire ai singoli pubblici: a studenti e studiosi verranno messi a disposizione biblioteca e archivio; a chi si occupa della realizzazione di mostre o della pubblicazione di volumi o strumenti  multimediali verrà offerta la possibilità di reperire materiale utile ai loro scopi; a tutti quei soggetti che a vario titolo posseggono una qualche memoria del lavoro o d’impresa  verranno offerti vari tipi di servizi:

la consulenza (a chi volesse gestire in proprio i beni in suo possesso e necessitasse di un aiuto per, ad esempio, l’allestimento un piccolo museo o di una esposizione temporanea, verrebbe fornito un servizio di progettazione, di orientamento al fund raising, ecc.);

la gestione (per coloro che non intendessero gestire direttamente i propri beni ma li volessero comunque valorizzare);

l’inventariazione (dei patrimoni archivistici);

la ricerca storica (sulle origini,  l’evoluzione, il ruolo giocato da organizzazioni e imprese)

Un ulteriore servizio sarà quello di fornire sia ai mondi del lavoro che al mondo della cultura la possibilità di incontrarsi e instaurare forme di  partnership e modalità di dialogo e confronto a tutto campo, radicandole nella riflessione sulla dimensione storica della società industriale
 
Copyright © 2017. ISMEL. Designed by Mediafactory